Un addio o un arrivederci?

L’anno scolastico è terminato e molti di noi hanno concluso il ciclo delle medie dopo aver affrontato gli esami di stato… adesso finalmente potremo goderci l’estate! Ci dispiace però di dover abbandonare il blog proprio ora che ci eravamo affezionati, ma tutte le cose belle devono finire prima o poi, no?

E’ stato un anno fantastico, grazie a questo blog abbiamo imparato molte cose e modestamente ne siamo anche fieri, ma tutto questo non sarebbe stato possibile senza l’aiuto della nostra professoressa e della Dirigente Scolastica che ha accettato l’iniziativa.

Con questo articolo noi tutti volevamo di fatto ringraziare tutte le persone che ci hanno supportato, dai professori ai genitori e soprattutto tutti quelli che sono venuti a visitare il nostro blog dal sito della scuola.

Anche se può suonare un po’ strano, pensiamo che dovremmo anche ringraziarci tra di noi perché grazie a questo progetto le due classi si sono trasformate in un vero e proprio team dove tutti si aiutano tra di loro, nonostante le varie incomprensioni.

Beh che dire a questo punto, spero che abbiate gradito i nostri piccoli sforzi e.. buone vacanze a tutti!

 

Annunci

Lava Song

Ecco a voi un lavoro di cui siamo molto fieri, che ci ha visti impegnati nella realizzazione di un video-racconto basato sulla canzone “Lava Song”, prodotta originariamente in lingua inglese ma poi realizzata anche nella versione in italiano. Abbiamo scelto questo pezzo per mettere in evidenza come non sia semplice tradurre una canzone da una lingua all’altra e come creare l’adattamento delle parole alla melodia possa portare ad alcune incongruenze rispetto al testo originale. Abbiamo realizzato noi stessi i disegni che vedrete ed abbiamo tradotto in modo quanto più letterale possibile il testo riportando, a confronto, il testo in lingua inglese con la traduzione letterale e leggendo in entrambe le lingue la canzone che ci è tanto piaciuta e che parla di due vulcani innamorati.

Le voci che sentirete sono le nostre, ci siamo fatti aiutare con la pronuncia dalla nostra compagna nata in America lavorando insieme per una buona riuscita del progetto. Buon ascolto!

La ville

la ville

Noi alunni della classe seconda, con l’aiuto della nostra professoressa di francese, abbiamo costruito una città realizzata con la carta al fine di imparare tutti i nomi degli edifici divertendoci. 

L’ idea ci è venuta guardando un progetto simile, fatto dal nostro compagno di classe Armando, che ci ha ispirato molto. Ognuno di noi ha realizzato un edificio per la città con vari cartoncini colorati e con i pennarelli e poi abbiamo incollato tutti i componenti su un foglio di cartone dopo di che abbiamo scritto tutti i nomi dei monumenti in francese e in italiano.

Questa attività è piaciuta tantissimo a tutta la classe e anche a tutti i professori, quindi speriamo di rifarla presto anche con altre materie.

Italo Svevo:il romanzo psicologico

Svevo immagine

Hector Smitz nasce a Trieste nel 1861,da padre tedesco e madre italiana.Propio per evidenziare la sua doppia identità culturale,egli sceglie il pseudonimo di Italo Svevo. Dopo aver studiato in Germania,Svevo torna in italia e inizia a lavorare in una banca e,nel frattempo,decide di scrivere e di pubblicare a sue spese i primi romanzi,che però sono un totale insuccesso. Una volta sposato,si dedica alla gestione della fiorente azienda del suocero. Dopo aver incontrato James Joyce e aver scoperto le teorie di Sigmund Freud sulla psicanalisi,Svevo scrive il romanzo “La coscienza di Zeno” che,finalmente lo porterà al successo. Muore nel 1928 in un incidente automobilistico.

Italo Svevo fa parte della corrente letteraria chiamata Decadentismo,che si sviluppa in tutta europa tra gli ultimi vent’anni dell’Ottocento e i primi del Novecento. Le caratteristiche del Decadentismo che si rispecchiano in Svevo sono l’analisi dell’inconscio;la percezione del mondo come un mistero,che provocano nell’individuo(che nel caso di Svevo viene descritto come un antieroe) un senso di angoscia e di solitudine;la chiusura dell’uomo in se stesso. Altri importanti poeti italiani dell’epoca sono Pascoli,D’Annunzio e Pirandello.

Svevo scrisse racconti e opere teatrali,ma è famoso soprattutto per i suoi tre romanzi: “Una vita”,”Senilità” e “La coscienza di Zeno”. Quest’ultimo fu il più riuscito e il più famoso. In esso possiamo notare che al centro della trama non ci sono degli eventi ma l’auto analisi del protagonista,Zeno Cosini;la storia viene narrata secondo l’ordine con cui i ricordi vengono alla mente del protagonista;la narrazione è svolta in prima persona ed è condotta con la tecnica del flusso di coscienza.

                                                                                                                                     by Giovanni

Alla scoperta del cinema

rrrrNoi alunni di seconda e terza media abbiamo partecipato ad un progetto concepito dalla nostra professoressa di musica, che consiste nello specializzarci nel mondo del cinema, studiandone la storia e la grammatica e analizzando, con schede, i film che abbiamo visto in classe. A questo progetto non abbiamo partecipato solo noi, ma tutte le seconde e le terze appartenenti al nostro plesso scolastico.

Attinente a questa attività abbiamo intrapreso un fantastico viaggio a Roma, presso Cinecittà Studios e Cinecittà World. La prima tappa è stata molto interessante, dato che abbiamo visitato varie scenografie di programmi televisivi odierni e film, alcune delle quali sono state conservate per essere modificate e riutilizzate per nuovi film.

Ma la parte più divertente per noi ragazzi è stata ovviamente quella del Parco divertimenti, dove abbiamo assistito a vari spettacoli umoristici e dove ci siamo svagati sulle varie attrazioni, come le enormi montagne russe e diversi giochi d’acqua.

Pensiamo che questa sia stata la gita più bella e divertente alla quale abbiamo mai partecipato: abbiamo fatto nuove amicizie e abbiamo passato una splendida giornata tutti insieme.

Peccato che questa sia la nostra ultima gita dell’anno, speriamo che questa occasione ci capiti un’altra volta!

Erica & Mario

 

Seconda rivoluzione industriale

 

seconda-rivoluzione-industriale im..Nascono i colossi industriali, le imprese multinazionali(trust) e i monopoli. La grande produzione in serie richiede una nuova concezione nell’organizzazione del lavoro: nasce la catena di montaggio . L’industria stimola le innovazioni e la creazione di nuove tecnologie: vengono inventati il telefono e la lampadina. La scoperta e l’uso dell’elettricità rivoluziona il sistema dei trasporti, l’ambiente urbano e le abitudini dell’intera società. La  scoperta e l’uso del petrolio e della benzina alimentano nuove invenzioni come l’auto (Benz-Daimler,1885)e l’aereo (Wright,1903). Le nuove macchine richiedono nuovi materiali tra cui l’acciaio, il “metallo perfetto”, utile anche in edilizia (grattacieli e ponti sospesi). Grandi passi avanti vengono compiuti anche dalla chimica nel campo dei tessuti artificiali, dei coloranti, dei medicinali e dei conservanti alimentari. Tutto questo, unito a nuove norme igieniche, migliora la qualità della vita dei paesi occidentali. I trasporti di merci, notizie e persone vengono potenziati, ma i nuovi mezzi di comunicazione si espandono solo in direzione est-ovest, penalizzando i paesi poveri del mondo. Le comunicazioni furono il cuore della seconda rivoluzione industriale.

Lorenzo I.

 

 

ENERGIA

download (2)WAETSZERYT

Nel linguaggio quotidiano la parola energia ha conservato il significato etimologico: capacità di compiere lavoro.
L’ Energia, quindi, è l’attitudine di un corpo o di un sistema di corpi a compiere un lavoro.
Il pianeta Terra può essere considerato come un unico grande sistema energetico
L’energia è l’anima del mondo, è ciò che dà il movimento alla materia che riempie il nostro universo.
Allora, se non ci fosse energia, non ci sarebbe l’evoluzione, non ci sarebbe la vita.
L’energia si trova dappertutto intorno a noi, nei mezzi di trasporto, nell’industria, nelle case e anche nel nostro corpo. Per valutare consapevolmente i dati energetici è necessario conoscere almeno le unità di misura di base della potenza e dell’energia.
Nel Sistema Internazionale l’unità di misura dell’energia è il joule.
Il joule è una quantità molto piccola.                                                                 Kevin